Archeoastronomia ed orologi solari (Mooc)

Callanish
4.5/5

Questo Mooc (corso on line gratuito aperto a tutti) è stato realizzato dall’Università di Napoli Federico II ed è disponibile su Federica.
Si parla di “archeoastronomia”, che studia gli allineamenti astronomici di monumenti del passato, ricavandone spesso nuove chiavi di lettura ormai cadute nell’oblio.
Vengono esaminate tre di queste particolari costruzioni:
– il cerchio di pietre di Callanish (Scozia – isola di Lewis) praticamente sconosciuto rispetto a Stonehenge, ma, contrariamente a quest’ultimo, praticamente intatto
– il Caracol, l’osservatorio astronomico Maya del complesso archeologico di Chichen Itza (Messico – nord dello Yucatàn)
– la chiesa rupestre di San Nicola a Mottola (Taranto)
Per questi studi sono stati utilizzati software di modellazione solida in 3d per ricreare i monumenti su cui applicare luci, ombre e congiunzioni astronomiche, anche alla ricerca di nuove ierofanie, configurate con un software open source che possiamo installare gratuitamente anche noi profani sui nostri pc (Stellarium).

Naturalmente si parla anche di orologi solari. Ne vengono illustrate le varie tipologie, anche portatili, e fornite le indicazioni per poter fare ciò che fino a poco più di un secolo fa tutti erano in grado di fare: leggerli per conoscere la data e l’ora. Oggi non ne siamo più capaci.
Non solo, si scopre che gli orologi solari sono in grado di darci l’ora “esatta” di un luogo, cosa impossibile anche con il più moderno dei nostri orologi o smartphone.
Ci viene spiegato che gli orologi solari non sono stati abbandonati per l’avvento di quelli meccanici. Anzi convivevano senza alcun problema, fino a quando si è dovuti passare dal tempo locale al tempo medio, soprattutto per l’avvento delle ferrovie.
Gli orologi solari sono stati abbandonati. L’incuria e la mancanza, oltre che di disponibilità economiche, di maestranze capaci di curarne restauro e manutenzione stanno facendo perdere un patrimonio inestimabile.

Il corso non insegna a costruire un orologio solare, chissà che in futuro non venga realizzato un tale Mooc e dia una mano a salvare gli orologi solari.

Alla fine del corso, dopo aver seguito tutte le lezioni e superato tutti i quiz viene rilasciato un attestato di frequenza.

L’immagine del post è tratta da Pixabay

  Condividi su